Sulla poesia, senza esagerare

Il mio problema è che certa poesia non so leggerla. Se sia mio il problema o della poesia in questione, non saprei dirlo. Per non peccare di superbia, dirò che è colpa mia. Un difetto d’attenzione, quell’ago della bussola che a un certo punto si perde e il nord non sa più da quale parte sia. Questo è il mio problema con certa poesia. Il primo verso mi suggerisce una direzione, imbocco la strada, vado avanti, e prima di arrivare alla meta mi accorgo di non sapere già più dove sono. Forse per un abuso di parole seminate qua e là come false piste, forse per il susseguirsi di predicati che indicano un’azione ma non chi la compie, forse perché sono scema io e affetta da labirintite cronica. Dove vuole portarmi il poeta, dove vuole andare a parare? Spero che almeno lui lo sappia, da dove è partito e dove voleva arrivare, ma mi viene da dubitarne. Difficile riconoscerne lo scheletro, l’ossatura: lo stampo. Di queste poesie mi rimane l’impressione di aver attraversato un labirinto ed essere arrivata all’uscita fin troppo sana e salva, incolume come quando era partita. Poi mi volto e il labirinto effimero è già bell’e scomparso. Devo forse accontentarmi di quello che passa il convento – e negli ultimi tempi mi pare sia sempre la stessa minestra? O piuttosto continuare a cercare la poesia che piana, scarna ed essenziale, si sa fin da principio dove vuole portarti ma non come ti ci farà arrivare; quella misurata, precisa che non intende mentire perché non lo sa fare; quella che non è mero esercizio di stile. Poi che male c’è, se certi poeti si limitassero agli esercizi di stile non ci sarebbe neanche da rimproverarli: il problema è che ci sono persone come me a cui questo non può bastare. Persone che amano farsi del male o del bene e che alla poesia chiedono proprio questo: di farsi ferire, di farsi guarire. Di entrare in un labirinto che è un po’ anche il loro, senza la piana certezza che alla fine ci sia un’uscita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...