Breviario [IV] (Z. Herbert)

Signore,
so che i miei giorni sono contati
ne sono rimasti pochi
Quanto basta ancora a raccogliere la sabbia
con cui mi ricopriranno il volto

non farò in tempo ormai
a compensare gli offesi
né a chiedere scusa a tutti coloro
cui feci del male
perciò è triste la mia anima

la vita mia
doveva disegnare un cerchio
chiudersi come una ben composta sonata
e adesso vedo chiaramente
un attimo prima della coda
accordi lacerati
colori e parole mal assortiti
uno strepito di dissonanze
lingue di caos

perché mai
la vita mia
non fu come i cerchi sull’acqua
un principio scaturito in infinite
profondità che cresce
si compone in anelli gradi falde
per spirare pacifico
alle tue ginocchia imperscrutabili

Zbigniew Herbert

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...